ARTE E PSICHE: La Distensione Immaginativa e la Dimensione grafico pittorica

IL GIORNO 23 SETTEMBRE 2016, ALLE ORE 21.00

Inizia un ciclo di laboratori “Il segno nel Sogno” – Arte e Psiche: La distensione immaginativa e la dimensione grafico pittorica.

La “Distensione Immaginativa” è una tecnica innovativa a mediazione psico-corporea che suggerisce e guida la persona verso luoghi simbolici soggettivi che saranno visualizzati e successivamente elaborati a livello verbale e grafico-pittorico.

Ogni persona verrà accompagnata ad osservare il proprio stato emotivo, eliminando i meccanismo di difesa, e riconoscendo i bisogni profondi di cui necessita per raggiungere uno stato di benessere ed equilibrio.

L’innovazione di tale tecnica è importante, poiché è in grado di velocizzare i tempi dei colloqui individuali (sia di counseling che di psicoterapia) e della “testistica” psicologica abitualmente utilizzata da psicologi e psicoterapeuti.

I conduttori devono essere sempre presenti ed empatici con le persone con le quali stanno lavorando, rispettando le eventuali fluttuazioni e pause con estrema sensibilità e flessibilità nel rispetto della diversità dell’individuo.

Nella fase successiva si procederà alla rappresentazione grafico-pittorica, che si fonda sulla centralità della dimensione comunicativa nel processo artistico, sulla potenzialità dell’arte di far accedere a dimensioni difficilmente contattabili con le sole parole, di dare loro forma e colore nonché di tradurle in un codice condivisibile.

 

 

“Spesso accade che le mani sappiano svelare un segreto attorno a cui l’intelletto si affanna inutilmente”

                                                                                                                (C. G. Jung)

Il gruppo dei partecipanti non potrà superare le dieci (10) presenze, poiché i conduttori dovranno seguire tutti in modo equo (in considerazione della complessità e della particolarità dell’intervento tecnico).

Alle persone non è richiesta alcuna abilità di tipo artistico e/o pittorico.

La creatività non è infatti una “dote” che appartiene solo a quei soggetti che chiamano “artisti”, bensì è una dimensione psicologica che esiste in ogni essere umano. Attraverso specifiche modalità di utilizzo di materiali pittorici, l’arte mira a sviluppare il potenziale creativo che è in ciascuno di noi e che costituisce una risorsa per la gestione di affetti ed emozioni per entrare in relazione sia con noi stessi che con il mondo esterno; è come “imparare” a vedere le cose da diversi punti di vista.

Il laboratorio si articolerà in cicli di incontri seguendo uno schema strutturato di questo tipo: introduzione, distensione immaginativa, creazione, riflessione e condivisione. Al termine del percorso, ciascun partecipante avrà sviluppato un proprio tema personale e durante gli incontri si andrà delineando un filo conduttore, che costituirà l’identità specifica individuale del tema o del gruppo.

 

Conduttori:

Antonella Guirini – Psicologa/Psicoterapeuta

Mirella Verri – Professional Advanced Counselor

Antonella si occuperà della dimensione psicologica (Psiche) e Mirella della dimensione artistica (Arte)

 

Per informazioni e iscrizioni:

Antonella Guirini: Tel. 0532.763800

Mirella Verri: Tel. 0532.1861007

info@snapform.it

You may also like...